CONSIGLI




UN PIACEVOLE INCONTRO CON L'EREDITA'
SPIRITUALE DI DON LORENZO MILANI


E. AFFINATI, L’uomo del futuro, Mondadori, 2016
Sulle strade di don Lorenzo Milani

Secondo l’autore, don Lorenzo Milani è uno di quei personaggi su cui si è scritto molto, ma forse mai abbastanza per veder realizzate quelle intuizioni pedagogiche (che molto spesso diventano intuizioni di civiltà!) cui lui è arrivato a prezzo di una grande autocritica: come ‘Pierino’ appartenente alla medio-borghesia, come prete-educatore, come figlio maturo e cosciente di una Chiesa che non lo avrebbe voluto lasciar crescere in autonomia e libertà.
Il libro è una ripresentazione agile dei momenti più importanti della vita del prete fiorentino, intercalato da storie di viaggio attraverso il mondo, dove l’autore si è reso conto che “il priore continua a esistere trasfigurato in diverse esperienze” di “chi, senza averlo mai conosciuto, né sapere niente di lui, segue il suo esempio” (p. 20). Quanto basta per dire l’importanza di questo personaggio ‘tacitato’ con cura molto in fretta, ma che gli eventi continuano a voler interpellare e sentir gridare.
Una lettura coinvolgente e ricca di spunti di riflessione sull’attualità.

Battista Rinaldi
_____________________________________________

UN BELLISSIMO LIBRO
 PER AVVICINARCI ALLA PASQUA


Un libro eccellente. Ricostruisce la storia di Ponzio Pilato con i pochi dati dei vangeli e con altri dati di autori dei primi secoli cristiani ‘maneggiati’ con cura e competenza da uno storico navigato. Il sottotitolo ‘un enigma tra storia e memoria’ rende ragione della prospettiva in cui si pone l’autore: tentare di essere fedele a una storia scarsa di dati sull'argomento, comunque sufficienti per ricostruire la vicenda di un personaggio e contemporaneamente rispettare una memoria dei credenti i cui racconti vanno oltre la storia senza tuttavia dimenticarla o tradirla. Il risultato è ottimo; inoltre scritto in un italiano pregevole e scorrevole (capita raramente di questi tempi!). La figura del protagonista ne esce ben caratterizzata, ben inserita nel suo contesto storico, culturale e politico; con una conclusione a sorpresa che giustifica come mai i cristiani lo ricordino con enfasi nella propria professione di fede. Una lettura che raccomando a tutti per prepararsi bene all'ascolto dei racconti della passione nelle prossime celebrazioni pasquali.

Battista Rinaldi

_______________________________________________________________


Il mendicante di Gerusalemme 

ROMANZO INEDITO DEL PREMIO NOBEL PER LA PACE

ROMANZO INEDITO del premio Nobel Elie Wiesel